Cos'è il Design a Risposta Diretta?

Se dovessi prendere in mano un qualsiasi libro dei grandi direct marketer del passato (Hopkins, Schwab, Caples, Ogilvy, Bencivenga, etc.) vedresti che tutti quanti sottolineano quanto sia importante la grafica degli annunci.

 

Tutti loro vogliono solo una cosa dalla grafica: che renda estremamente leggibilie e persuasivo il loro copy. 

 

Proseguendo nella lettura scopriresti anche un’altra cosa: tutti loro si lamentano dei grafici tradizionali o creativi e invitano i futuri copy a collaborare solo con una particolare categoria di designer: i Designer a Risposta Diretta.

 

Queste categoria di designer sa che il suo lavoro non è stupire o vincere i concorsi di design, ma potenziare il copy rendendolo persuasivo e leggibile.

 

Dopotutto il copy deve essere letto. Se questo non avviene, tutti i soldi spesi per scriverlo diventano vani.

Dunque ecco cos’è il Design a Risposta Diretta: la grafica specifica per il direct marketing. È la carrozzeria del tuo bolide pubblicitario, il come presenti la tua azienda e il tuo messaggio.


Se dovessimo rappresentarlo all’interno di tutte le altre componenti del marketing, apparirebbe circa così:

annuncioperfetto

In che modo si differenzia dalla grafica generica?

Anche i DRD usano font, colori, immagini e gli stessi programmi. Allora cosa ci differenzia davvero?

 

Semplice: la mentalità con cui li utilizziamo. La differenza è la stessa tra Justin Bieber e i Led Zeppelin: usano le stesse note, ma ciò che ne esce è totalmente diverso.

 

Il grafico generico non ha cultura di direct marketing: non sa cosa sia una sales letter, un magalog o un bookalog. Bada bene: non è colpa sua. 

 

Sappiamo cosa viene insegnato nelle Accademie di grafica, e il direct marketing non è nel programma.

 

Il suo scopo è essere riconosciuto… dagli altri grafici!

 

Lo so perché ci sono passato anche io: ero desideroso di avere l’approvazione degli altri grafici e pubblicare con orgoglio il mio portfolio sui siti di design.

 

Poi ho capito che ciò che piace ai designer, raramente piace al bilancio. La grafica per la vendita è terra-terra, a volte spartana, ma funziona. Questo è tutto ciò che conta.

 

Le vendite sono l’unico imparziale giudice della bontà del nostro lavoro.

 

Quanto incide la grafica sull'efficacia dei tuoi annunci?

Dagli A/B test che abbiamo potuto effettuare finora, è emerso che la differenza nei tassi di conversione oscilla tra il 40% e il 300%, a seconda di quanto è migliorabile la grafica di partenza.

 

Dato che coincide con le rilevazioni effettuate dalla DMA (Direct Marketing Association), che riporto qui accanto.

 

stats

"Prima leggerai questo, poi questo e infine questo"

Al suo interno troverai le stesse linee guida usate da me e i miei ragazzi per graficare le sales letter perché aumentino le conversioni dal 40% al 300% in più senza cambiare una riga di copy.

plq
plq

"Prima leggerai questo, poi questo e infine questo"

Al suo interno troverai le stesse linee guida usate da me e i miei ragazzi per graficare le sales letter perché aumentino le conversioni dal 40% al 300% in più senza cambiare una riga di copy.

"Prima leggerai questo, poi questo e infine questo"

Al suo interno troverai le stesse linee guida usate da me e i miei ragazzi per graficare le sales letter perché aumentino le conversioni dal 40% al 300% in più senza cambiare una riga di copy.

plq